Festival ed eventi sostenibili in Sardegna

ThGreen2-700x325

di Giulia Madau*

La natura, il rispetto dell’ecosistema, la sostenibilità, il riciclo e il riutilizzo degli oggetti sono tematiche che acquistano sempre più importanza nella vita di ognuno di noi. E non importa se abitiamo in una grande città europea o in un paesino sperduto della Sardegna. Siamo arrivati a un punto in cui è necessario preoccuparsi seriamente dello stato ambientale del nostro pianeta.

È di vitale importanza preservarlo e mantenerlo inalterato.

Il ché non significa certo essere contrari al progresso, sono convinta che l’uno non escluda l’altro, anzi… un Paese che si sviluppa e cresce, tutelando e proteggendo le risorse che la Terra ci ha regalato, è in grado di costruirsi un futuro migliore. I cataclismi, le inondazioni, le frane e tutti i problemi che un giorno sì e l’altro pure leggiamo sui giornali lo insegnano. Quando sfruttiamo intensamente la natura prima o poi torna a chiederci il conto.

In Sardegna questo l’abbiamo capito? Non del tutto. O meglio, non tutti o forse si fa solo finta di non capire, perché si è più attratti dal verde del denaro piuttosto che dal colore degli alberi.

Fortunatamente, però, ci sono anche persone che non hanno i soldi come unico metro di giudizio e qui sull’isola gli esempi sono tanti. Parlo di coloro che credono che per avere una Sardegna e un mondo migliore ci sia bisogno di ripartire proprio dall’ambiente e dalla sua salvaguardia e provano, attraverso eventi e manifestazioni, a sensibilizzare, educare e condividere i propri valori ‘green’.

Tra le iniziative degne di nota c’è il Posidonia Festival.  Giunto alla sua seconda edizione nel 2012, si svolge in quel luogo fantastico che è l’isola di San Pietro. Workshop, conferenze, laboratori di riciclaggio artistico, escursioni,  immersioni, cortometraggi a tematica ambientale, documentari, presentazioni di libri, concerti, aperitivi musicali e installazioni artistiche. A Carloforte si celebra l’incontro tra arte, ambiente e sviluppo sostenibile e il mantenimento degli ecosistemi costieri è il principio ispiratore di tutti gli eventi realizzati durante il festival. È dedicato a grandi e piccini e si svolge solitamente nel mese di luglio in Sardegna, mentre ad agosto o settembre in Spagna.

Anche il festival Scirarindi festeggia il secondo compleanno nel 2012. È una manifestazione che mette in primo piano il benessere, il buon vivere e la sostenibilità. Si tiene a novembre a Cagliari e  vede protagoniste l’Eco-cultura, le Medicine Olistiche, le Discipline del Benessere e Bio-Naturali, il Turismo consapevole, l’Economia Etica, la Bioedilizia, l’Alimentazione Bio, la Sostenibilità e i nuovi Stili di Vita. Grazie a Scirarindi adulti e bambini si tuffano in un vero e proprio viaggio all’interno della Sardegna naturale con un ricco programma dedicato all’informazione e alla formazione, all’approfondimento e al gioco. Scirarindi è anche un portale web attivo tutto l’anno in cui si raccolgono consigli, notizie e buone pratiche ecologiche. Date un’occhiata.

C’è poi Alig’art, progetto che rappresenta la sintesi delle attività dell’associazione Sustainable Happiness. È giunto alla terza edizione con un programma ampio e organico che si divide in esposizioni di artisti, artigiani e creativi di ogni genere, incontri con esperti dei diversi settori e studiosi, laboratori esperienziali sul riciclo, sulla sostenibilità ambientale e sulle capacità manuali dell’essere umano, presentazione di opere letterarie, eventi musicali, concerti e dj set. Pilastro portante del festival è la sostenibilità unita alla riduzione dei rifiuti e alla partecipazione di appassionati e volontari che dedicano il loro tempo e le proprie risorse alla diffusione di valori condivisi.

And the last but not the least. La Festa del Mare di Siniscola e Posada, tra i gli eventi più anziani, in scena dal 2004. È un’iniziativa di Legambiente Sardegna il cui fulcro è ovviamente il mare, protagonista indiscusso di dibattiti, giochi, concerti, degustazioni, spettacoli, mostre, escursioni e decine di appuntamenti dalla mattina fino alla notte fonda. Un evento a emissioni zero che prevede azioni di rimboschimento con l’obiettivo di bilanciare il CO2 liberato nell’aria a causa della realizzazione del festival.

Ma, per sensibilizzare i più ai temi eco non è detto che si debbano organizzare solo manifestazioni ad esso dedicate.

Per esempio il Stay Down Festival, realizzato lo scorso giugno sul lago Flumendosa, tratta di musica indipendente e lo fa con un occhio particolare alla sostenibilità. L’invito degli organizzatori, in quest’ultima edizione, era proprio far riflettere i partecipanti su come diminuire l’impatto ambientale di un evento e su cosa tutti possono fare per essere ecosostenibili durante una manifestazione. Per ridurre la quantità di rifiuti prodotti si è pensato al riutilizzo del proprio bicchiere, che poi poteva essere portato con sé a casa o gettato nell’apposito cestino per la raccolta differenziata. Inoltre, si distribuivano posacenere tascabili, per evitare che i fumatori buttassero le cicche a terra, e venivano serviti esclusivamente prodotti sardi a km Zero provenienti dal territorio circostante.

Idem l’Here I stay e l’European Jazz Expò di Cagliari. Quest’ultimo ha addirittura deciso di utilizzare sofisticati impianti di illuminazione per il risparmio energetico e tutte le emissioni di gas a effetto serra associate ai consumi energetici, ai trasporti e ai materiali relativi alla realizzazione del festival sono state compensate da interventi di forestazione in Italia. Infine, tutti i piatti, bicchieri e le posate erano fatti di materiali biodegradabili, mentre i materiali promozionali di carta riciclata.

Azioni importanti per tutti noi che dimostrano come anche nel settore della produzione di eventi è possibile essere green friendly.

E per soddisfare la vostra sete di conoscenza ecco alcuni siti web veramente stimolanti e interessanti. Passaggio in Sardegna è utile per chi viaggia sull’isola. Al suo interno, infatti, è possibile organizzare i propri spostamenti in modo da condividere l’auto con altre persone: per risparmiare benzina e inquinare di meno. Marrai a fura è un portale creato e gestito da giovani sardi, e non solo, il cui moto è ‘sostenibilità e partecipazione’. Qui si possono trovare sempre una miriade di informazioni utili e le ultime news in fatto di ecologia in Italia e all’estero. C’è poi GreenMe che, con la Sardegna non ha nulla a che fare, ma fornisce ogni giorno ottimi consigli, buone pratiche di comportamento e tutta una serie di articoli a tema. Tornando sull’isola troviamo anche SardegnaFilieraCorta che promuove e sostiene il consumo dei prodotti locali.

Insomma, gli spunti e i suggerimenti per mettere in pratica azioni concrete, per incentivare e promuovere una maggiore sensibilizzazione verso la natura e l’ambiente ne abbiamo tanti attorno a noi. Basta saperli cogliere, ascoltare e soprattutto credere nella Terra come bene di primaria importanza per la nostra vita e il benessere a cui tanto siamo legati. Non amo le citazioni, ma questa calza a pennello: ‘Quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce pescato, vi accorgerete che non si può mangiare il denaro’ (Piede di Corvo, Piedineri).

*Giulia Madau è blogger e social media editor, gestisce da diversi anni TagSardegna, un progetto di marketing territoriale che mette al centro la cultura e gli eventi della nostra isola. Insieme a Claudio Simbula ha creato il progetto SardiniaDiary. Vive a Solarussa.

Annunci

2 risposte a “Festival ed eventi sostenibili in Sardegna

  1. Per onor del vero il riutilizzo del bicchiere e i portaceneri tascabili sono stati pensati prima per l’ here I stay festival e poi l’iniziativa è stata replicata per la prima edizione dello Stay Down festival.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...