Venerdì in piazza!

di Davide Rullo
L’opinione assai diffusa ad Arborea secondo cui il Comitato che si oppone alle trivellazioni dovrebbe fornire prove certe e documentate, garantire che esistono seri rischi per l’ambiente, testimoniare con fatti certi la bontà delle proprie idee, è un’opinione legittima.
A voler essere precisi, è addirittura incontestabile.
Si scontra però con un mio dubbio: non si fosse costituito il Comitato suddetto, i cittadini avrebbero preteso dalla Saras di fornire prove certe e documentate dell’assenza di rischi per l’ambiente e per l’incolumità delle persone, nonchè di testimoniare con fatti certi la bontà del progetto di trivellazione?
La mia risposta è NO. Potessi scrivere questo NO utilizzerei probabilmente lo stesso spazio “6×3” che ospita la locandina dell’evento di Venerdì.
Ipotizzo che neppure si sarebbe andati in Valutazione di Impatto Ambientale, la trivella sarebbe in azione da Giugno 2012 e oggi in paese si parlerebbe con un filo di ansia della possibile realizzazione di altri due, tre o quattro pozzi esplorativi attorno alla zona di S’Ena Arrubia.
Ci saremmo detti, nei nostri abituali luoghi di incontro, che “Moratti mica sta pensando a noi..quello pensa alla moneta!“, ma avremmo archiviato la flebile protesta con un giro di caffè al bar e tutto sarebbe finito rituffandoci nella routine quotidiana. Perchè queste cose ce le diciamo per convincere noi stessi che in realtà mica siamo fessi noi, lo abbiamo capito che c’è la speculazione dietro. Si, noi capiamo sempre tutto, ma tutto consentiamo.
Il sito industriale avrebbe preso corpo e dimensioni via via maggiori e nel mio negozio, a metà estate, un certo numero di turisti mi avrebbe chiesto “che ci fanno delle torri petrolifere alte 50 metri ai piedi dello stagno e a pochi passi dal vostro mare?” e io avrei dovuto allargare le braccia, rispondendo che purtroppo “non ci siamo accorti di quello che ci stava succedendo”..poi avrei abbozzato una frase con voce tremolante “ma guardi signora che i nostri prodotti son sani eh..”.
Lo avrei detto per staccare uno scontrino in più, ma i miei occhi avrebbero tradito l’inganno, e il mio abituale senso di colpa avrebbe smascherato il complotto che ordivo ai clienti. Il cliente avrebbe scambiato il vino sfuso per miscela di idrocarburi, i mostaccioli per un concentrato di fanghi di perforazione e la bottarga per uova di muggine “motorizzato diesel” pescato al S’Ena Arrubia.
Venerdì saremo in tanti in piazza per dire – a noi stessi per primi – che il Comitato non è più un manipolo di esagitati da cui pretendere la verità provata a ogni passo, che non è più tempo di pensare a “quattro gatti strumentalizzati” dal Grande Fratello.
Daremo prova di essere una comunità che sa quel che vuole per se stessa e si fida dei propri figli molto più di un consiglio di amministrazione che decide per noi da un ufficio di Milano.
Partecipate, andiamo avanti insieme!
Annunci

Una risposta a “Venerdì in piazza!

  1. purtroppo non potrò essere li con voi, ma vi seguo fin dalla nascita del comitato e vi sostengo.Bisogna tener duro e non arrendersi mai,e sopratutto fare molta informazione comune per comune, non solo ad Arborea,purtroppo sono ancora tantissimi coloro che non sanno di questi pozzi esplorativi e del grande pericolo per l’ambiente e la salute che rischiamo di correre;ci sono poi coloro che sono disposti a ignorare questi pericoli illudendosi che arriverebbero tanti posti di lavoro e benessere.Poveri noi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...