Di che cosa stiamo parlando?

Giovedì 9 Febbraio iil Sindaco di Arborea ha rilasciato un’intervista all’emittente NovaTV per replicare alla diffusione della lettera aperta alla cittadinanza da parte del Comitato Civico. A proposito dell’assenza dell’amministrazione dal dibattito sul Progetto Eleonora il Sindaco ha affermato: “Quando e qualora dovessero arrivare, perché io non ho ancora visto autorizzazioni dalla Regione, qualora venisse data l’autorizzazione imporrò io l’evidenza pubblica e quindi una più riunioni con la cittadinanza”. E ancora: “Pareri che devono essere confortati da dati scientifici (…) fino a che non abbiamo quello in mano, di che cosa parliamo?”

Già, di che cosa stiamo parlando?

Secondo il punto di vista del Sindaco, prima di contestare il progetto di trivellazione, bisogna aspettare le autorizzazioni della Regione. Le autorizzazioni che consentiranno alla Saras di avviare la trivellazione all’interno dell’area protetta di S’Ena Arrubia.

Sembra un controsenso. E infatti lo è.

Il nodo principale è proprio lì. E ci sembra davvero strano che il nostro Sindaco non lo voglia ammettere. Una volta che la Saras avrà ottenuto le autorizzazioni per scavare il pozzo esplorativo, il Sindaco e la Saras potranno convocare tutte le riunioni che vorranno per illustrare il progetto. Ma le autorizzazioni comunque rimarranno.

Eppure il nostro sindaco sembra non capirlo.

Fino a che non abbiamo quello in mano di che cosa parliamo”.Già, signor Sindaco, di che cosa parliamo?

Tra le mani, nostre ma anche tra quelle sue, di documenti ne sono passati parecchi: l’autorizzazione della Regione per il permesso esplorativo del 2009, la pubblicazione sui giornali locali del luglio 2011, la pubblicazione dei B.U.R.A.S. in cui venivano dati trenta giorni di tempo per presentare opposizione al Progetto Eleonora, lo Studio Preliminare Ambientale su cui basarsi per poter richiedere una valutazione di impatto ambientale. E poi studi sui rischi delle trivellazioni derivati dallefuoriuscite di idrogeno solforato, gli studi sulle aree contaminate della Sardegna che il dott. Migaleddu ha esposto molto bene durante l’Assemblea pubblica del 28 dicembre (il video lo trovate qui: http://www.youtube.com/watch?v=-NVdwvUywp4)  a cui Lei non si è presentatononostante sia stato invitato con lettera protocollata agli uffici comunali (la lettera la trovate qui: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=327123573973712&set=pu.284592434893493&type=1&theater) insomma, di documenti in mano ne sono passati parecchi.

Questi stessi documenti dichiarano che la Valutazione di Impatto Ambientale per il Progetto Eleonora non è ritenuta obbligatoria. Sarebbe stato necessario richiederla esplicitamente attraverso un atto di osservazioni. Atto di osservazioni che poteva essere presentato da qualsiasi cittadino – Sindaco compreso – e che fortunatamente è stato presentato dal Comitato Civico di Arborea.

Poniamo che queste osservazioni non fossero state presentate né dal Comitato Civico e nemmeno dalle altre organizzazioni che si sono interessate al caso (Gruppo di Intervento Giuridico, ProgReS – Progetu Repùblica e WWF Oristano). Cosa sarebbe successo?

Ad inizio Gennaio la Saras avrebbe ottenuto tutte le autorizzazioni per poter avviare la trivellazione nell’area protetta di S’Ena Arrubia. E a quel punto lei avrebbe potuto convocare tutte le riunioni che voleva per spiegare il Progetto Eleonora. Tanto le autorizzazioni sarebbero rimaste lo stesso.

Dunque, a quel punto, di che cosa avremmo potuto parlare?

Pareri che devono essere supportati da dati scientifici” ha detto anche il Sindaco nell’intervista rilasciata a NovaTV.

Sacrosanto, è quello che ripetiamo da Ottobre scorso.

A tal proposito vorremmo sapere su quali dati si è basato il Sindaco per affermare l’8 Novembre 2011: “sono cose che portano posti di lavoro e soprattutto portano benessere alla nostra provincia nella sua interezza. La nostra scelta è quella di far pagare molto meno il gas alle nostre imprese e alle nostre famiglie

E ancora, su quali dati scientifici si è basato per affermare, sempre l’8 novembre: “Se siamo favorevoli? E come potremmo non essere favorevoli a una cosa che abbasserebbe i costi energetici per i nostri concittadini? ”

E ancora: “Spero proprio che il gas ci sia . Sarei stato più dubbioso se si fosse trattato di petrolio, ma il metano non presenta pericoli

Quali dati ha il Sindaco per affermare ciò? Esistono dei contratti stipulati con la Saras per affermare che i costi energetici verranno abbassati? Esistono degli studi basati su indicatori economici e sociali che affermano con sicurezza l’aumento della qualità della vita nelle zone interessate da trivellazioni? Esistono degli studi ambientali che affermano l’assoluta sicurezza del gas metano (che tra l’altro non viene mai citato dalla Saras nel proprio studio preliminare)?

Noi abbiamo documenti che dimostrano l’esatto contrario. Le trivellazioni non sono mai sicure. Le trivellazioni per il Gas non né  più né meno pericolose dalle trivellazioni per il petrolio. Nei giacimenti di idrocarburi si trovano sempre miscele di composti gassosi e liquidi, che vanno lavorati e purificati.

Se proprio vuole dati scientifici il nostro sindaco può, ad esempio, leggere quest’articolo pubblicato sull’autorevole rivista scientifica PNAS (http://www.pnas.org/content/early/2011/05/02/1100682108.full.pdf+html) che illustra i danni provocati dalla ricerca di gas naturale tramite fatturazione idraulica alle falde acquifere di diverse zone degli USA.

Se invece vogliamo vedere direttamente gli effetti della contaminazione delle falde acquifere a causa delle trivellazioni possiamo guardare qualcuno di questi video:

A questo punto avremmo un’ultima domanda: Signor Sindaco, Lei, fino ad ora, di che cosa ha parlato?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...